Archivi tag: Lago Nero

Rifugio Chiavenna – un’anno dopo

A distanza di un anno sono tornato al Rifugio Chiavenna, ai piedi del Pizzo Stella.

La giornata è molto meno soleggiata rispetto ad un anno fa, ma almeno si respira un po’. Quest’anno non vedevo l’ora di salire di nuovo al lago Nero posto 300m sopra al rifugio, l’anno scorso infatti era da poco entrato in fase di disgelo, con ancora molto ghiaccio/neve a coprirne la superficie.

Giugno 2014

Appena arrivati al rifugio decidiamo quindi di salire subito al lago in modo da essere di ritorno per il pranzo.

La situazione di quest’anno è a dir poco sconvolgente: il livello del lago è nettamente più basso (nell’ordine dei 10-15 metri) e  di neve quasi non vi è traccia.

Giugno 2015

L’inverno 2014 aveva portato tantissima neve, ma la differenza resta comunque abissale. Spero solo che questo bel lago non vada a scomparire.

Per il resto questa escursione resta sempre bellissima e adatta sia a chi ha poco allenamento sulle gambe sia a chi desidera qualcosa di più impegnativo (basta allungare l’itinerario fino al lago Nero o fino al passo dell’Angeloga per avere più di 1100 metri di dislivello).

Primi rododendri in fiore
salendo alla piana dell’alpe Angeloga
Pozza all’alpe dell’Angeloga
Lago e alpe Angeloga con il Rifugio Chiavenna sulla destra

Trovate il tracciato dell’escursione su GPSies.com:

GPSies - Rifugio Chiavenna e Lago Nero

Annunci

Rifugio Chiavenna – 08/06/2014

Forse domenica 8 giugno è stata la domenica più calda di questo pazzo 2014. Comunque il tempo è bello quindi si va in montagna!

Meta odierna è il rifugio Chiavenna 2044m slm, ovviamente in val Chiavenna. L’escursione è davvero adatta a tutti, il sentiero è sempre facile e ben visibile e anche il dislivello è piuttosto contenuto (circa 600m).

Si parte da Campodolcino, in particolare località Fraciscio a circa 1400m. Il sentiero inizia direttamente dal parcheggio al termine della strada carrozzabile, pur essendo una giornata molto calda, le abbondanti nevicate invernali hanno disseminato il percorso di più o meno piccoli nevai, che non presentano alcuna difficoltà.

La parte iniziale e centrale del sentiero è costituita da piccole radure intervallate da radi boschi di conifere. A dispetto della bassa quota il panorama è davvero notevole.

 

Dopo aver costeggiato le rapide di un torrente, ci si ritrova in un anfiteatro naturale che terminerà proprio con il rifugio Chiavenna, che raggiungiamo dopo meno di 2 ore di cammino.

L’alpe Angeloga con alla sinistra il rifugio Chiavenna

Nella stessa conca che ospita il rifugio è presente il lago Angeloga, sovrastato dal pizzo Stella (3163m)

Lago Angeloga e pizzo Stella

Dietro al rifugio parte un ripido sentiero che in poco meno di un’ora permette di raggiungere il lago Nero (2351m), posto in cima alla parete che si nota dietro al rifugio.

Siamo a giugno e solo a 2300m, ciò nonostante troviamo il lago Nero ancora in buona parte congelato.

Lago Nero

Dal Lago Nero si gode di una buona vista sulla conca del rifugio

Pizzo Stella, lago Angeloga e rifugio Chiavenna

Altre foto sul mio set Flickr.