Dropbox & Dolphin

Oggi ho deciso di testare un po’ Dropbox. Per chi non lo sapesse Dropbox è un servizio di storage online, che mette a disposizione gratuitamente (previa registrazione) 2 Gb di spazio in cui è possibile memorizzare i nostri file, per averli sempre con noi anche quando non ci troviamo sul nostro computer, oppure per condividerli con altre persone via web.

Dropbox mette a disposizione un client per le tre principali piattaforme (Linux, Windows e Mac), attraverso cui è possibile gestire i nostri file.

Tuttavia la versione per Linux è composta da un plugin per nautilus (il file manager di Gnome), mentre non è prevista una integrazione per KDE (e Dolphin).

Provando a scaricare i sorgenti (sono disponibili anche pacchetti preconfezionati per Ubuntu e Fedora) lo script di configurazione (configure) si blocca chiedendomi varie dipendenze di nautilus.

La soluzione come spesso accade me l’ha data Google, infatti cercando “dolphin dropbox” il primo risultato ottenuto è questo. L’autore di questo post si è imbattuto nel mio stesso problema ed ha trovato una soluzione molto semplice che riassumo brevemente:

  1. registrate un account su Dropbox
  2. scaricate questo pacchetto di Dropbox: 32bit, 64bit
  3. scompattatelo nella vostra directory preferita (es: /home/ABC)
  4. accedete alla directory .dropbox-dist/ (questa directory viene creata scompattando il pacchetto scaricato al passo 1.)
  5. eseguite il programma dropboxd (presente nella directory di cui sopra)
  6. a questo punto parte un banalissimo wizard (trovate gli screenshot nel post originale)
  7. al termine del wizard siete pronti ad utilizzare Dropbox

A questo punto il post originale dice di creare un link simbolico (tramite ln -s) per poter associare Dolphin al posto di Nautilus, in realtà, almeno nel mio caso, questo non è stato necessario, infatti al termine del wizard si è aperto automaticamente Dolphin e mi è comparsa l’icona di Dropbox nella system tray.

L’ultimo passo consiste nell’inserire dropboxd tra i comandi eseguiti all’avvio di KDE, per far questo potete usare l’applicativo systemsettings (ovvero “Impostazioni di sistema”, che trovate nel menù di KDE).

Selezionando la scheda “Avvio e spegnimento” vi basterà aggiungere uno script all’Avvio automatico, indicando il percorso a dropboxd.

Ecco fatto! Ora siete pronti ad usare Dolphin per gestire i vostri 2Gb gratuiti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...