LaTeX: questo sconosciuto

La videoscrittura è uno degli utilizzi del computer più diffusi, forse il più diffuso in assoluto, ma quanti si sono mai spinti oltre al primo word processor che hanno incontrato?

La stragrande maggioranza degli utenti di un computer probabilmente conosce solamente MS Word, forse i meno giovani conosceranno MS Write (o il suo successore WordPad), qualcuno avrà sentito parlare di OpenOffice.org Writer, ancora meno persone lo avranno provato, sempre meno persone lo useranno stabilmente.
Altri avranno provato prodotti commerciali o open alternativi, come WordPerfect o Abiword.

Quello che accomuna tutti questi prodotti è il fatto di essere degli editor WYSIWYG (What You See Is What You Get) [quello che vedi è ciò che otterrai].

I risultati ottenibili con questi editor sono buoni ma non eccezionali.
Per chi vuole spingersi oltre, per chi vuole raggiungere livelli “tipografici” c’è uno dei progetti opensource più longevi (1985, e scusate se è poco): LaTeX [presente in quasi tutte le distro più popolari]

LaTeX

LaTeX non è un comune word processor, ma è molto più simile ad un linguaggio di programmazione (estendibile tramite moduli aggiuntivi), infatti per ottenere un documento bisogna letteralmente compilare un sorgente latex tramite il suo compilatore. Questo però non deve spaventare, infatti questo meccanismo permette a chi scrive di concentrarsi sul contenuto del documento, disinteressandosi quasi totalmente dell’aspetto grafico e dell’impaginazione. Inoltre i comandi da ricordare per poter iniziare a scrivere semplici documenti sono abbastanza limitati.

Passiamo subito ad un esempio chiarificatore:

\documentclass{article}
\title{Cartesian closed categories and the price of eggs}
\author{Jane Doe}
\date{September 1994}
\begin{document}
\maketitle
Hello world!
\end{document}

Questo breve sorgente LaTeX produrrà un documento impaginato come un articolo scientifico (\documentclass{article}), dal titolo “Cartesian closed…”, con autrice “Jane Doe” e contenente solamente la frase “Hello world!”. clicca qui per vedere il risultato in pdf.

Un vantaggio immediato che si ha utilizzando LaTeX è un allineamento del testo professionale: il testo risulta giustificato, ma si evitano gli spazi enormi che a volte capitano utilizzando un word processor comune, infatti LaTeX sa come sillabare le parole.

Inoltre LaTeX si occupa di gestire i riferimenti interni al testo, l’indice, la bibliografia, la divisione in capitoli e sezioni, le note a piè di pagina e a margine, e perfino i margini destri e sinistri in testi a doppia facciata.

Se volete avere qualche esempio di cosa può fare LaTeX, guardate qui e sorprendetevi!

Finisco segnalandovi La Guida per LaTeX:

  • Una (mica tanto) breve introduzione a LaTeX, qui

Dimenticavo… LaTeX è disponibile oltre che per Linux anche per Mac e Windows!

EOF

6 pensieri su “LaTeX: questo sconosciuto”

  1. Tra le mie passioni c’è anche la tipografia e quindi io adoro LaTex😉

    Lo utilizzo da un paio di anni (vorrei averlo scoperto prima) e penso che se avessi dovuto scrivere la tesi con Word sarei impazzito🙂

  2. Uso LaTeX da quando ho scritto la tesi di laurea e non ho più smesso. Personalmente lo uso anche per la lista della spesa, ma certamente raggiunge il suo apice per la scrittura scientifica visto che esistono comandi per generare formule matematiche, chimiche ed anche diagrammi di faymann!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...