Folding@home: aiutiamo la ricerca con i nostri computer

Oggi voglio parlare di un importante progetto dell’università di Stanford: folding@home.

Si tratta di un progetto di calcolo distribuito (un sigolo programma viene eseguito su tanti computer, ognuno dei quali si occupa di eseguirne un pezzetto), che si occupa dello studio degli avvolgimenti, delle dissociazioni e aggregazioni delle proteine e delle loro relative incidenze sulle malattie.

Folding at Home

Attualmente il progetto sta studiando come combattere le seguenti malattie:

  • Morbo di Alzheimer
  • Morbo di Huntington
  • Cancro
  • Osteogenesis imperfecta
  • Morbo di Parkinson

Tutti possiamo dare una mano, e farlo è molto semplice, inoltre è un buon modo di sfruttare il computer anche quando non siamo fisicamente presenti (magari state scaricando qualcosa e intanto siete andati sul divano a guardare la tv):

  • collegatevi al sito folding.stanford.edu
  • scaricate la versione del programma relativa al vostro sistema operativo (cliccate “download folding@home”)

veniamo ora alla configurazione del programma appena scaricato (tratterò la versione 5.04 per windows):

  • cliccate 2 volte sull’icona relativa
  • nella finestra che vi appare vi verrà chiesto di immettere uno username: mettetene uno di vostro piacimento (inventatelo al momento) e premete invio
  • poi vi verrà chiesto il numero del vostro Team: potete semplicemente premere invio lasciando quello di default oppure potete mettere il mio stesso numero 11298 (Gentoo Linux Users Everywhere)
  • alle successive domande premete sempre Invio (scegliamo le risposte di default), se volete potete leggere tutte le domande e scegliere la risposta che preferite, ma le risposte di default vanno comunque bene
  • terminate le domande inizierà il download del programma da eseguire (il download dura pochi secondi), quindi nella finestra potrete vedere alcune informazioni (molto concise) sul problema che verrà eseguito sul vostro computer, a questo punto potete ridurre ad icona la finestra 1.gif
  • da questo momento state contribuendo alla ricerca…
  • ovviamente per contribuire non basta eseguire il programma per 5 minuti, ogni compito che viene assegnato al vostro computer durerà parecchie ore (io sono attualmente al 10% dopo 6 ore di esecuzione), però il vostro sistema continuerà a funzionare egregiamente (folding@home utilizzerà le risorse non occupate dagli altri vostri programmi).
  • per terminare il programma (prima di spegnere il computer o per farlo riposare un po’) vi basterà riportare in primo piano la finestra e premere contemporaneamete Ctrl+C
  • per riavviarlo vi basterà cliccare 2 volte sulla sua icona (ogni volta che riaccendete il computer dovrete riavviare anche il programma)

veniamo ora agli utenti linux: non starò qui a spiegare tutti i passi da compiere ma mi limiterò a darvi qualche dritta e qualche link a guide molto ben fatte:

  • per tutti gli ubuntisti: seguite questa guida (anche se è in inglese è molto chiara), in poche parole scaricate questo file, scompattatelo nella vostra home:

tar zxvf fah_install-20071014.tar.gz

ed eseguite:

cd fah_install
sudo ./install.sh install

a questo punto il programma partirà automaticamente (e verrà eseguito ad ogni avvio del computer)

  • con Gentoo installate foldingathome tramite emerge

emerge foldingathome

lanciate da root:

/opt/foldingathome/initfolding

avviate il programma (sempre da root):

/etc/init.d/foldingathome start

inserite il programma nel run-level di default (sempre da root):

rc-update add foldingathome default

Mi raccomando partecipate numerosi.

EOF

Un pensiero su “Folding@home: aiutiamo la ricerca con i nostri computer”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...